Le news degli Amici

Venaria – Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680-1750 – 15 settembre h. 15.45

Saremo guidati da uno dei curatori, Michela di Macco, durante la visita alla mostra:

Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680 -1750

La Sfida la Barocco è quella lanciata dagli artisti in nome della modernità con la sperimentazione di nuove forme e linguaggi di comunicazione elaborati tra il 1680 e il 1750. Una ricerca che si sviluppa tra Roma e Parigi, i due poli di attrazione dell’Europa moderna con cui Torino di quegli anni intesse un intenso dialogo di idee e di scambio di opere e artisti, che contribuiscono a una stagione epocale di rinnovamento delle arti sulla scena internazionale.

Il ritrovo è fuori dalla biglietteria di Via Mensa muniti di biglietto che dovrete fare individualmente.

La visita è limitata ad un numero ridotto di persone per cui vi consigliamo di prenotare al più presto.

Scrivi a: amici@fondazionetorinomusei.it

Telefona al: 011/4429613

GAM – Visita guidata in anteprima nuovo allestimento del Novecento – 23 settembre h. 17.00

Visita guidata in anteprima a: Il primato dell’opera. Il nuovo allestimento della collezione del Novecento storico della GAM di Torino

La GAM rinnova l’allestimento delle sue collezioni permanenti del Novecento con un nuovo percorso che intende restituire la centralità all’opera d’arte. Il nuovo ordinamento è studiato per permettere il confronto, consentire il paragone necessario tra opera e opera: le sequenze di dipinti, sculture, installazioni sono affiancate da poche informazioni essenziali che introducono alla lettura degli stili diversi, di generazione in generazione, che gli artisti hanno elaborato.

Suddivise in diciannove spazi, le opere sono raccolte privilegiando un taglio storico-artistico che segue le principali correnti artistiche del secolo appena trascorso, ma anche dando rilievo alla storia delle collezioni civiche nel panorama artistico torinese, nazionale e internazionale. Inserite in questa narrazione si trovano alcune sale personali, nate dalla volontà di restituire il valore indiscusso di alcuni artisti, insieme alla possibilità offerta dalle nostre collezioni di presentarli con opere importanti.

 

La visita è per un massimo di 25 persone. Dai la tua adesione entro il 17 settembre.

Per ordinanza della Regione Piemonte, Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica, la GAM – Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea e il MAO Museo d’Arte Orientale saranno chiusi fino al 3 aprile 2020 compreso. La nostra segreteria rimarrà chiusa al pubblico ma operativa e contattabile al 338-4035806. Il viaggio a Ferrara e Ravenna previsto dal 3 al 5 aprile verrà posticipato. Il viaggio in Svizzera inizialmente previsto per il mese di maggio verrà riprogrammato in autunno. Per quanto riguarda le attività previste nella newsletter n.2 di marzo e aprile vi terremo informati nelle prossime settimane.

GAM – Visita guidata alla mostra Helmut Newton. Works – 10 marzo h. 18.30

Visita guidata alla mostra Helmut Newton. Works
La mostra propone una selezione di opere a cura di Matthias Harder, direttore della fondazione tedesca, che ha selezionato 68 fotografie con lo scopo di presentare una panoramica della lunga carriera del grande fotografo. Il risultato è un insieme di opere non solo particolarmente personali e di successo, ma che hanno raggiunto un pubblico di milioni di persone anche grazie a riviste e ai libri in cui sono apparsi personaggi famosi del ‘900 come Andy Wharol, Paloma Picasso e Gianni Agnelli.

Adesione: entro 5 marzo
Scrivi:amici@fondazionetorinomusei.it
Telefona: 011/4429613

GAM – Visita guidata alla mostra Cavalli, costumi e dimore – 26 marzo h.17.00

Visita guidata alla mostra Cavalli, costumi e dimore. La riscoperta della Fiera di Saluzzo (sec. XVII) di Carlo Pittara
La mostra permette di riscoprire un importante dipinto delle collezioni della GAM, la maestosa Fiera di Saluzzo (sec. XVII) presentata da Carlo Pittara nel 1880 alla IV Esposizione Nazionale di Belle Arti di Torino, che rievoca una fiera seicentesca con animali, dalle dimensioni monumentali (4 metri di altezza per 8 metri di larghezza). Il riallestimento del dipinto è quindi un’occasione di riscoperta, studio e approfondimento per ritrovare le motivazioni della grande raffigurazione.

Adesione: entro 19 marzo
Scrivi:amici@fondazionetorinomusei.it
Telefona: 011/4429613

PINACOTECA ALBERTINA – 21 aprile h. 18.00

Visita guidata gratuita alla Pinacoteca Albertina. Collocata nel 1837 negli spazi dell’Accademia Albertina di Belle Arti, la Pinacoteca fu costituita, con finalità didattiche, da oltre duecento dipinti di scuola fiorentina e piemontese e dalla collezione di cinquantanove cartoni di Gaudenzio Ferrari e della sua Scuola, una delle più importanti collezioni al mondo di disegni del Cinquecento, recentemente riallestita grazie alla Consulta di Torino.
Nell’occasione si potrà anche visitare l’interessante architettura ottocentesca della Rotonda da poco restaurata.

Adesione: entro 9 aprile
Scrivi:amici@fondazionetorinomusei.it
Telefona: 011/4429613

PINACOTECA AGNELLI – Hokusai, Hiroshige, Hasui. Viaggio nel Giappone che cambia – 29 gennaio h. 18.30

Visita guidata alla mostra:
Hokusai, Hiroshige, Hasui. Viaggio nel Giappone che cambia

La mostra propone attraverso un centinaio di stilografie dei tre maestri Hokusai, Hiroshige e Hasui un viaggio nei luoghi più suggestivi del Giappone raccontando il modo artistico di un paese che tra fin e Ottocento e inizio Novecento subisce un’enorme trasformazione sotto l’influenza dell’Occidente alla scoperta di come il mondo fluttuante, reso noto dai primi due maestri, scivoli dentro una società che aspira ai canoni artistici europei di cui Hasui è testimone.
Il ritrovo è alla biglietteria del museo 10 minuti prima della visita per fare il biglietto. I Possessori Abbonamento Musei del Piemonte entrano gratuitamente. Il costo della visita guidata, per un massimo di 20 partecipanti, è di 10 euro.

Adesione: entro 14 gennaio
Scrivi:amici@fondazionetorinomusei.it
Telefona: 011/4429613

FONDAZIONE ACCORSI OMETTO – VITTORIO CORCOS – 4 febbraio h. 16.00

Saremo accompagnati dal direttore della Fondazione per la visita guidata alla mostra: Vittorio Corcos. L’avventura dello sguardo.
La visita intende approfondire la figura di Vittorio Corcos, pittore livornese dell’Ottocento e maestro indiscusso del ritratto femminile. Partendo dall’analisi delle sue opere, si parlerà degli esordi nella Parigi della Belle Époque e delle frequentazioni dei salotti parigini, in particolare di quello di De Nittis, per giungere al consolidamento della sua carriera come pittore dell’alta borghesia, degli intellettuali e delle teste coronate del tempo. Un viaggio all’insegna dell’eleganza e della leggerezza che, nella bellezza delle donne ritratte e nei dettagli degli abiti, dei tessuti e degli incarnati, rappresenta perfettamente un’epoca lontana. Nella stessa occasione visiteremo alcune sale del museo Accorsi che sono state da poco riallestite.
Il ritrovo è alla biglietteria del museo per fare il biglietto. I Possessori Abbonamento Musei del Piemonte entrano gratuitamente.

Adesione: entro 21 gennaio
Scrivi:amici@fondazionetorinomusei.it
Telefona: 011/4429613

STABILIMENTO MATTIOLI – 20 febbraio h. 15.15

Visita guidata per un massimo di 20 partecipanti allo stabilimento Mattioli.
Nel 1995 viene acquistata dalla famiglia Mattioli l’azienda “Antica Ditta Marchisio S.p.A”, alla quale era stato attribuito il prestigioso punzone 1TO, rappresentativo della più antica azienda orafa di Torino. Inizia così una fase di rinnovamenti e di investimenti in tecnologie varie, utilizzando un processo di gestione proveniente dal settore industriale. Nel 2013 la famiglia Mattioli cede la società “Antica Ditta Marchisio S.p.A” al Gruppo Richemont contemporaneamente nasce la “Mattioli S.p.A” che ha acquisito la produzione per conto delle Maison più prestigiose a livello internazionale e ha sviluppato il proprio brand di gioielli, ormai distribuito in più di 25 Paesi.
A seguire grazie all’interessamento dell’avvocato Floridia, sarà possibile visitare lo studio storico dello scultore Mario Giansone (1915-1997). Si tratta di un artista poliedrico (scultura, disegno, pittura, arazzi, grafica, gioielli) ma soprattutto è scultore della pietra, dei marmi e dei legni. Ottiene un grande successo negli anni ’60 nelle principali collezioni torinesi. Il suo cattivo carattere lo ha portato ad isolarsi fino a farsi dimenticare, nonostante possa essere annoverato come un grande scultore del secolo passato.
Il luogo del ritrovo verrà comunicato successivamente ai partecipanti.

Adesione: entro 21 gennaio
Scrivi:amici@fondazionetorinomusei.it
Telefona: 011/4429613

Amici della Fondazione Torino Musei | Via Magenta 31, 10128 Torino | Tel. 011 442 96 13 |
Cel.  338 4035806 | segreteria@amicifondazionetorinomusei.it |Privacy